Non convocato da Luciano Spalletti per l’incontro tra Inter e Lazio nella notte di domenica (sconfitta dei Lombardi 0-1), Mauro Icardi ha preso il suo posto dopo l’incontro.

Questa domenica sera, l’Inter potrebbe distanziare l’AC Milan in gara per il terzo posto in Champions League e relegare soprattutto la Lazio, quinta e prima non qualificata per la prossima Champions League, undici punti. Ma non è stato niente. I Longobardi hanno perso contro Giuseppe Meazza sul punteggio di un gol a zero, il risultato è stato il lavoro del nazionale serbo Sergej Milinković-Savić al dodicesimo minuto di gioco.

Ancora una volta, Luciano Spalletti, l’allenatore degli Interactiani ha dovuto fare a meno di Mauro Icardi. Si può dire che questo è stato criticato abbastanza per l’ex allenatore dell’AS Roma in una conferenza stampa e che non gli è piaciuto affatto. “Icardi? È divertente per te Deve stare fuori dal gruppo a causa del suo comportamento, gli altri devono giocare. Siete giornalisti che creano la storia? Potresti giocare a 10? Anche un tempo. Ma devi essere in uno spogliatoio. In un gruppo, devi avere credibilità, ho la credibilità con i miei giocatori per 22 anni “, ha iniziato assalendo l’allenatore italiano prima di continuare.

“Spalletti demolisce Icardi”

“Mauro è stato qui per anni, quante volte l’Inter è andata in Champions League? Sarebbe umiliante per i fan negoziare per convincerlo a giocare con la maglia dell’Inter. L’ho detto ieri: doveva restare a casa stasera e tornare alla prossima partita. Mauro avrebbe fatto la differenza? Abbiamo perso alcuni giochi con Mauro sul campo, quindi? Ha detto, piuttosto arrabbiato con i media che sono venuti a interrogarlo.

Quindi, inevitabilmente, stamattina, la stampa transalpina in qualche modo elude l’incontro per tornare a questo evento. “L’asciugamano brucia”, scrive la Gazzetta dello Sport lunedì mattina. Tuttosport, da parte sua, scrive che “Spalletti demolisce Icardi” e cita l’allenatore: “la differenza è fatta da Cristiano Ronaldo e Messi, non da lui”. Alla fine della stagione che si avvicina, il rapporto tra Icardi e Inter Milan, nonostante gli sforzi di Beppe Marotta, sembra aver raggiunto il punto di non ritorno. Cosa accentuare le voci sulla sua partenza quest’estate.