Sebbene abbia già un’ottima retroguardia, l’Inter farà alcuni cambiamenti in occasione dei prossimi trasferimenti. Due reclute sarebbero già state quasi tranciate, mentre aspettavano di occuparsi del sito prioritario, l’attacco.

È una stagione divertente che si svolge in Italia. Dietro l’intoccabile Juventus e l’inseguitrice Napoli, è la corsa sfrenata per un posto tra i primi 4, che garantisce una qualificazione in Champions League. Nessun contendente ha vissuto una stagione lineare, come l’Inter, che ha alternato serie di vittorie e periodi di crisi. Tuttavia, a quattro giornate dalla fine del campionato, il club lombardo è ben piazzato, 3° in classifica con 3 punti di vantaggio sul 4°, la strepitosa Atalanta, e può costruire sulla prospettiva di una qualificazione in Champions.

In effetti, il cantiere estivo del mercato è già iniziato per mano dei leader intergovernativi. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport giovedì, la difesa del club subirà un lieve restyling, quasi da recitato. E’ un segreto di Pulcinella, Diego Godin lascerà l’Atletico Madrid alla fine del contratto, dove si adatterà tra De Vrij e Skriniar. Quest’ultimo estenderà il suo contratto. Luciano Spalletti, recentemente confermato in panchina, avrà quindi tre difensori di alto livello, sia per farli collaborare in difesa a tre, sia per beneficiare di una rotazione di alto livello. Miranda lascerà l’Inter, ed è Ranocchia che sarà considerato il 4° difensore centrale della squadra.

Danilo per occupare il corridoio giusto

Sui lati, Asamoah e D’Ambrosio saranno ancora lì, a differenza di Vrsaljko, prestato dall’Atlético e Cedric, in prestito da Southampton. Spalletti ha chiesto un nuovo titolare per occupare la corsia di destra e questo sarà Danilo a priori. Il 27enne brasiliano, che svolge un ruolo secondario a Manchester City, dovrebbe firmare per 4 o 5 anni, con uno stipendio di 3,5 milioni di euro l’anno. Unica domanda, il destino riservato a Dalbert, l’ex Nizza, che non ha mai convinto e che è stato annunciato più volte alla partenza.

L’Inter ha costruito la sua nuova linea difensiva per la prossima stagione. Questo può sembrare sorprendente poiché quello attuale era uno dei suoi punti di forza. Con 28 gol subiti, è la seconda miglior difesa del paese, dietro quella della Juve. La vera costruzione dell’Inter è piuttosto cercare la creazione e la finitura. Con 52 gol segnati, l’Inter è il peggior attacco tra i primi 5 della Serie A. Nainggolan non ha dato soddisfazione e Icardi ha creato più polemiche che azioni. I nomi di Dzeko, Dybala, Lukaku, Jovic, Thauvin, Pepe e Cavani sono già stati citati per rafforzare l’attacco nerazzurese la prossima stagione. Dovremo affrontarlo concretamente ora.