Dopo aver sconfitto il Valencia in Champions League e aver ottenuto il biglietto per le fasi a eliminazione diretta della competizione, la Juventus si trasferisce a Firenze sabato per sfidare la Fiorentina (14° turno di Serie A). Allo Stadio Artemio Franchi, l’Old Lady è andato in quattordicesima imbattuto in campionato con una vittoria per 3-0.

Mantieni la tua invincibilità e finisci la settimana con stile. Questi erano i due gol della Juventus che sabato si trasferiscono a Firenze per sfidare la Fiorentina. Dopo aver dominato lo SPAL lo scorso fine settimana (2-0), la Vieille Dame ha battuto il Valencia in Champions League martedì per assicurarsi il biglietto per la fase finale del C1. Quindi, inevitabilmente, la formazione di Massimiliano Allegri ha voluto finire questa settimana con una buona nota. Di fronte, il Viola, in una serie di sei partite senza vittoria (1 sconfitta, 5 pareggi), ha voluto recuperare e vincere ancora, e quindi lasciare la Juve per la prima volta della stagione in Serie A. Per questo Stefano Pioli ha quindi optato per il 4-3-3 con il solo cambio di Pezzella al posto di Ceccherini. Sul lato di Torino, De Sciglio e Cuadrado erano titolari nel 4-3-3 di Massimiliano Allegri. Nella capitale della Toscana, non era necessario essere in ritardo questa sera, la partita che iniziava sui cappelli delle ruote.

Su punizione di Biraghi respinto, Benassi accese il primo colpo e il suo tiro libero sfiorò l’opposto numero di Szczesny, completamente battuto (3°). Nonostante il possesso di un po ‘più di Torino, il Viola stava ottenendo opportunità, ma Milenkovic (14°) o Fernandes (20°) non ha trovato il difetto, proprio come Dybala dall’altra parte (16°). Poco a poco, i bianconeri hanno preso il comando e Biraghi ha respinto un centro di De Sciglio. Dopo aver visto il rallentatore, il signor Orsato ha deciso di non fare un rigore (26°) … Ma nella prossima azione, i visitatori hanno aperto le marcature. Bentancur, asse pieno, ha giocato a uno a due con Dybala prima di tornare in superficie, e l’uruguaiano non ha lasciato nessuna possibilità a Lafont con un cross shot (31°, 0-1). I locali stavano cercando di reagire. Benassi e Simeone non potevano preoccupare Szczesny (35°), prima che Chiesa colpisse il suo tiro (37°). E prima della pausa, i campioni in carica hanno risposto attraverso Cancelo (38°) o Cuadrado (40°), ma senza successo neanche.

Capocannoniere della serie A Cristiano Ronaldo

Dopo la pausa, gli uomini di Stefano Pioli non hanno perso tempo e si sono subito avvicinati al Torino. Benassi è stato armato per la prima volta di un cross shot passato (47°). Da parte sua, Chiesa stava tentando la fortuna da una distanza due volte, ma Szczesny stava osservando il grano ogni volta (55°, 61°). Dall’altro lato, i bianconeri hanno faticato a mostrarsi offensivi, poiché solo Cuadrado ha cercato di preoccupare Lafont (55°). Dopo essere stato duro, la Vecchia Signora ha reagito. Con un calcio di punizione molto ben posizionato, Cristiano Ronaldo costringe Lafont a volare (65°). L’ex portiere del Tolosa, tuttavia, ha dovuto piegarsi una seconda volta alle spalle, subito dopo l’entrata in gioco di Pjaca al posto di Benassi (66°). Dopo un corner inviato dalla difesa fiorentina, Chiellini ha ricevuto il pallone in area. Il capitano della Juve ha avuto un colpo di perno. Sul campo, Lafont stava cercando di uscire ma la pelle è finita sul fondo della rete al secondo palo dopo un rimbalzo (69°, 0-2).

Dopo il primo gol stagionale della nazionale italiana, i bianconeri hanno iniziato a gestire questa avanzata. Dopo un tocco troppo incrociato di Gerson (76°), la Juve ha ottenuto un rigore a seguito di una mano ovvia di Fernandes in superficie (78 °). Cristiano Ronaldo ha preso il pallone e tranquillamente convertito la pena inviando la pelle nel lucernario di Lafont (79°, 0-3). E dopo il suo decimo gol stagionale in Serie 1, tanto quanto Krzysztof Piątek (Genoa), l’internazionale portoghese ha lasciato il posto a Bernardeschi (80°). Un piccolo evento da quando CR7 non è stato sostituito una volta in questa stagione in tutte le competizioni! Pertanto, le modifiche si moltiplicarono, Stefano Pioli provare il tutto fuori (Théréau invece di Gerson, 81°), mentre Massimiliano Allegri stava girando (sostituito da Cuadrado Costa, 83° – Mandzukic Keane, 88°). La Juventus ha poi vinto 3-0 e ha raggiunto il suo contratto alla perfezione. Da parte sua, la Viola ha incatenato una settima partita senza successo (11° posto).