Arrivato tre partite fa in quel di Milano, il polacco Krzysztof Piatek ha segnato tre gol in due partite e mezzo.

Questa domenica sera, il Milan ha continuato la sua terribile serie di partite. Dopo aver giocato Napoli (0-0) in Serie A, poi in Coppa Italia (2-0), i milanesi hanno trovato lo Stadio Olimpico e l’AS Roma (1-1). Se la nuova recluta Krzysztof Piątek aveva giocato solo pochi minuti per il primo incontro citato, ha segnato due gol nella vittoria contro il Napoli e uno, un ottimo finale contro l’AS Roma questa domenica sera, quindi convalidare il trasferimento.

Non sorprende quindi vedere che la stampa italiana ha avuto solo per lui questo lunedì. “Che bella Milano, Piatek fa tutto”, dice il Corriere dello Sport. È vero che con Piatek, il club allenato da Gennaro Gattuso ha cambiato la sua immagine. Prima di tutto, il suo stile di gioco è che il pericolo è permanente quando la pelle è in superficie, ma soprattutto perché la sua protezione contro i proiettili permette ai suoi compagni di salire sul blocco e quindi di evolversi più in alto sul campo. Molto più facile segnare gol.

“Ciò che è veramente violento è la sua efficacia”

“Piatek ti fa trovare molte linee di passaggio, attacca bene la profondità e i difensori si preoccupano quando parte. Le difese corrono all’indietro perché sono preoccupate e per noi è più facile sviluppare il gioco: quando ci affidiamo a lui, ci dà una mano sul blocco”, ha dichiarato Gennaro Gattuso, il suo allenatore , in una conferenza stampa, dopo il pareggio della sua squadra contro i romanisti.

Le sue statistiche (14 gol in Serie A, 8 in Coppa Italia) parlano per lui e il suo trasferimento non sembra aver alterato il suo successo. “A Genova, lo hanno chiamato il bombardiere. Bombardier significa uomo armato e ha inventato la celebrazione con le armi da fuoco, ma ciò che è veramente violento è la sua efficacia. Diciannove reti tra la Serie A e la Coppa Italia con il Genoa e tre con il Milan, ma Piatek è fiducioso che il meglio deve ancora venire e che gli occhi dei tifosi dell’AC Milan brillino”, dice la Gazzetta dello Sport. Con Piatek, il Milan ha quindi puntato giusto e può permettersi un fine stagione più sereno con una possibile qualificazione per la prossima Champions League.