Con una nuova sconfitta domenica contro la Lazio a San Siro (1-2), il Milan fa un terribile inizio di stagione. Undicesimi, i Lombardi stanno vivendo il loro peggior inizio da 78 anni.

Questa domenica sera, il Milan, già in cattive condizioni (e in punti), ha ricevuto a San Siro, nel Lazio Roma e in un Ciro Immobile in piena forma. Quindi è stata una partita ad alto rischio per il nuovo allenatore, Stefano Pioli, che non ha il favore dei tifosi del Milan. E, come previsto, è stato molto complicato. I Longobardi persero sul punteggio di due goal contro uno. Hanno concesso rapidamente l’apertura del punteggio tramite l’immancabile Immobile (25°).

Se sono tornati subito dopo la partita con un goal contro il suo campo Bastos (2 °), hanno comunque perso un goal di Joaquin Correa a fine partita (83°). Ricaduta del Milan: la Lazio colpisce San Siro, scrive La Gazzetta dello Sport in copertina. La grande partita della squadra di Inzaghi con i gol di Immobile e Correa, continua il giornale di carta rosa lunedì mattina prima di evocare le aspettative di Pioli.

Pioli indica Leão con un dito

L’allenatore del Milan – che ha molto da fare perché la sua squadra è undicesima a otto punti dalla quarta e finale qualificazione per la prossima Champions League, la Lazio – crede ancora nelle sue possibilità di qualificarsi per l’evento regina Concorsi europei. Tuttavia, l’ex allenatore della Fiorentina, della Lazio o dell’Inter in particolare non ha esitato a puntare il dito su uno dei suoi giocatori che è entrato in gioco.

Fondamentalmente, ha detto di essere rimasto deluso da Rafael Leão (entrato in gioco al 53° minuto) anche se il percorso su cui sono i suoi uomini è buono. Ma, si rassicura, questo AC Milan – andrà bene nella storia. In effetti, il GdS ricorda che con sei sconfitte, un pareggio, quattro vittorie e undici gol segnati per quindici incassi, questa forza lombarda fa il peggior inizio di stagione nella storia della leggendaria squadra da quasi 78 anni! Incredibile. Sarà necessario recuperare rapidamente.