Questa domenica pomeriggio, Mario Balotelli, calciatore del Brescia, è stato vittima di incidenti razzisti sul prato dell’Hellas Verona.

Questa domenica pomeriggio, il calcio italiano vive un episodio poiché ne ha già vissute molte. Durante la partita tra Hellas Verona e Brescia, Mario Balotelli, prese improvvisamente la palla tra le mani prima di sparare verso una delle curve di Hellas. La ragione? Cori razzisti e rumori provenienti dagli spalti. Decidendo di abbandonare il campo, l’ex giocatore dell’Olympique de Marseille, club che lo ha anche supportato, era convinto di rimanere lì e ha anche segnato un goal in ritardo nella partita che poteva risparmiare un sconfitta alla sua (1-2).

Ma dopo l’incontro, sono state ascoltate molte voci. Balotelli? Niente razzismo, solo derisione, ha dichiarato Ivan Jurić, allenatore dell’Hellas. Ancora peggio, il sindaco della città, Federico Sboarina: Oggi ero allo stadio e non ho sentito insulti razzisti. E come me, molte altre persone che abbiamo, alla fine della partita, scritto e contattato. Ciò che Balotelli ha fatto è inspiegabile, perché, senza motivo, ha lanciato una gogna su un fan e una città.

Verso un’apertura di inchiesta?

Solo che questo caso non dovrebbe fermarsi qui. Interviene anche il ministro dello sport italiano Vincenzo Spadafora. In quanto rappresentante italiano delle istituzioni, sono profondamente imbarazzato da alcuni episodi di intolleranza e discriminazione. So che tutti gli attori coinvolti sono sensibili e impegnati a reprimere questi fenomeni, quindi è necessario – e insisterò con loro con Federcalcio e Leghe – affinché vengano adottate iniziative concrete. La maggioranza silenziosa dei tifosi ha urlato contro questa barbarie e ha fatto riferimento ai valori nobili che il calcio ha sempre, ha detto quello che è anche un membro del parlamento.

Dovrebbe essere aperta un’inchiesta e Gerardo Mastrandrea, il giudice dello sport, dovrebbe parlare martedì per chiedere al procuratore federale di aprire un’indagine. Anche il club di Mario Balotelli ha reagito domenica sera. Il Brescia Calcio stigmatizza il comportamento di alcuni tifosi della squadra di casa che sono diventati i protagonisti di un comportamento sconcertante e incivile, a scapito del giocatore Mario Balotelli, si può leggere.

Avete dimostrato di essere veri uomini

Infine, anche Mario Balotelli ha scritto qualcosa al riguardo, come al solito sul suo account Instagram. Grazie a tutti i colleghi del settore, alla solidarietà che ho avuto con me e a tutti i messaggi che ho ricevuto da te, i miei fan .. grazie mille, avete dimostrato di essere veri uomini , non come quelli che negano le prove, ha detto l’attaccante internazionale. Scommettiamo ora che vengono prese vere sanzioni e soprattutto che questo fenomeno è bandito dagli stadi, per sempre.