Così prezioso la scorsa stagione, Paulo Dybala non convince la Juventus in questa stagione. Tanto che ora è considerato come il mezzo per raggiungere un conseguente mercato estivo.

Ma cosa succede a Paulo Dybala? Egli doveva essere il complemento perfetto per Cristiano Ronaldo alla Juventus è solo l’ombra del numero lucido 10 che ha deliziato i tifosi la scorsa stagione, con un totale di 22 gol in Serie A. Il 5 febbraio, il Joya ha solo 2. E non ha segnato per 3 mesi, l’ultimo pezzo di nuovo a Juventus-Cagliari 3 novembre 2018. solo la Champions League solleva gli spiriti dei 25 anni argentino con 5 gol segnato in 5 partite giocate. Insufficiente, tuttavia, a diventare un titolare incontrovertibile agli occhi del suo allenatore Massimiliano Allegri.

Paulo Dybala è rimasto in panchina durante la folle partita di sabato tra Juve e Parma (3-3). E ‘stato rilasciato nell’ora in cui la sconfitta e l’eliminazione, in italiano Coppa faccia Atalanta (0-3), quando ha dovuto stringa di tre mandato consecutivo. Dybala non ha tolto in questa stagione, e questo è Mandzukic che ha ereditato Cristiano Ronaldo stato complice, mentre il suo profilo non sono inizialmente invitati … Pertanto, se si crede la stampa italiana, non può che Dybala mantenere il soprannome Joya a causa del prezzo che i leader possono ottenere.

Cambio valuta per Isco?

Più che mai, sembra in partenza, essendo stato trattenuto nonostante numerose offensive sul mercato la scorsa estate. La direzione del club piemontese ha quindi fissato un tasso a tre cifre che nessun club voleva mettere sul tavolo. La situazione è cambiata rispetto alla sua performance e la Juve lo vede più come un modo per recuperare abbastanza denaro per permettersi un mercato estivo conseguente. O come un chip di contrattazione.

L’interesse dei bianconeri per Isco, quasi diventato un emarginato al Real Madrid, è innegabile, e Dybala potrebbe essere un bene sacro per negoziare con la Casa Blanca. Manchester United, Bayern Monaco e PSG sono gli altri candidati annunciati per l’attaccante argentino, il cui prezzo rimane, agli occhi dei leader di Torino, almeno 100 milioni. Sotto contratto fino al 2022 e con uno stipendio di 7,5 milioni di euro a stagione, Dybala potrebbe essere sacrificata dalla Juve alla fine della sua quarta stagione. Il peggio fino ad oggi.