L’Inter si sta preparando per un mercato frenetico per soddisfare il nuovo allenatore Antonio Conte, che ha già stabilito il suo piano di battaglia.

L’Inter vuole tornare in testa al palcoscenico. Qualificato in extremis per la prossima Champions League, dopo averlo trovato per l’anno 2018-2019, il club lombardo è determinato a sfruttare lo slancio per attraversare un nuovo corso e affermarsi come il principale rivale della Juventus Torino per la prossima stagione. L’arrivo di Antonio Conte in panchina per sostituire Luciano Spalletti, che non sarà francamente indegno, è un segnale forte dagli interisti della direzione. Per avere successo il colpo di Conte non sarà abbastanza, sarà necessario rafforzare la forza.

Liberandosi dei problemi di fair play finanziario, l’Inter ha idee chiare sull’argomento. Come riporta La Gazzetta dello Sport, le opzioni tattiche sono già state definite da Antonio Conte, che sostanzialmente vorrebbe giocare con tre difensori centrali. E la sua difesa è spaventosa per tutti gli attaccanti della Serie A dal momento che sarà composta da De Vrij, Skriniar e il nuovo arrivato Godin. Un vero muro. Per animare i corridoi, Conte fa affidamento su Perisic (che verrebbe utilizzato nel pistone) e vuole reclutare la serba Kolarov AS Roma. Il trentatreenne mantiene un’alta quota in Italia ed è pronto a lasciare la Roma quest’estate.

Un attacco Dzeko-Dybala?

A centrocampo, l’obiettivo prioritario è Nicolo Barella. Rivelazione della Serie A per due anni con il Cagliari, il 22enne centrocampista completerà il tridente con Brozovic e Nainggolan. Un settore che diventerebbe particolarmente forte. In modo offensivo, l’obiettivo numero uno è il reclutamento del bosniaco Edin Dzeko. Anche lui non sarebbe contrario alla partenza dalla Roma, con la prospettiva di rivedere la Champions League. Conte vuole assolutamente reclutarlo per associarsi a Lautaro Martinez.

Capirai, Mauro Icardi non fa parte dei piani di Conte, che spera di recuperare Paulo Dybala in uno scambio con la Juventus di Torino. Dybala sarebbe quindi un’opzione offensiva aggiuntiva, sia per accompagnare Dezko in un sistema a due punti, sia per evolvere su un’ala nel caso del 4-3-3, con Dzeko in punta e Perisic dall’altra parte. Con Godin già reclutato, i file Dzeko e Barella ben avviati, e la volontà di dare il benvenuto a Dybala e Kolarov, l’Inter dimostra che sta tornando ad alte ambizioni.