Sostituito domenica al 55° minuto, Cristiano Ronaldo è tornato direttamente negli spogliatoi prima di lasciare lo Juventus Stadium prima della fine della partita contro il Milan (1-0). Da allora, la “vecchia signora” si è attivata per sgonfiare il caso.

Questo tipo di scena non passa inosservato. Quindi, quando è Cristiano Ronaldo ad attaccarlo, in occasione di una Juventus-Milan, la storia assume una dimensione completamente nuova. Domenica sera, poco prima dell’ora, Maurizio Sarri prende la decisione di sostituire Cristiano Ronaldo di Paulo Dybala. Su alcune immagini, sembra che siano stati i portoghesi a chiedere di andarsene. Tranne che quando lascia i suoi partner, CR7 perde le parole in direzione della panchina e va direttamente negli spogliatoi.

Quindi, il Lusitano avrebbe lasciato lo Juventus Stadium ben prima della fine dell’incontro. Un comportamento che si è inevitabilmente suscitato in Italia. In una conferenza stampa, Sarri ha cercato rapidamente di alleviare la pressione dicendo che il suo numero 7 ha trascinato un disagio al ginocchio per diversi giorni e che si è costretto a giocare comunque. Poche ore dopo, CR7 ha utilizzato i social media per pubblicare una partita difficile, grande vittoria. Un messaggio che alcuni hanno interpretato come un segno di pacificazione.

Ronaldo non sanzionato, ma…

Nella sua edizione del giorno, la Gazzetta dello Sport conferma tuttavia che i violini sono lungi dall’essere concessi tra Sarri e la sua stella. Ronaldo non apprezzerebbe del tutto la modalità di funzionamento egualitaria del suo allenatore. Ma non abbastanza per dire che i due uomini sono in totale opposizione. L’allenatore del Torino deve soprattutto imparare a gestire l’ego XXL di un giocatore che non desidera essere considerato un elemento lambda. La Juventus, in ogni caso, non ha aspettato di agire.

Il giornale di carta rosa indica che il caso sarà chiuso a occhi indiscreti e gestito da Pavel Nedved e Fabio Paratici. quest’ultimo avrebbe già chiamato Jorge Mendes domenica scorsa perché il super agente chiarisse la situazione con il suo puledro. Ronaldo dovrebbe comunque scusarsi con i suoi compagni di squadra. Il portoghese non dovrebbe essere punito, ma gli sarà chiaro che tale comportamento non sarà più consentito.