Autore di un’ottima prestazione contro la Juventus di Ronaldo Franck Ribery ha già messo la Fiorentina in tasca. Il pubblico, il suo presidente e il suo allenatore sono entusiasti.

Andiamo al 67° minuto. Il sole inonda lo stadio Artemio Franchi. È tempo che Franck Ribery esca sotto le ovazioni. Il 36enne francese ha già messo in tasca la folla fiorentina, quindi ha assaporato la sua uscita, si è preso il tempo di salutare i suoi compagni di squadra e persino l’arbitro. Dopo una grande prestazione contro l’intimo nemico (0-0), la Juventus, otto volte campione d’Italia di fila, il centrocampista attaccante sale. Titolare al calcio d’inizio per la prima volta in questa stagione, ha immediatamente preso la partita da solo per non lasciarsi andare. “Sono felice. Erano passati quasi tre mesi da quando avevo giocato in una partita e sono arrivato solo tre settimane fa”, ha detto alla fine della sua partita.

“Sono felice di lavorare ogni giorno per riavere il mio livello. Oggi ho giocato un’ora, va bene. Dobbiamo continuare così. Abbiamo avuto poche occasioni, ma la Juve è una grande squadra e faceva molto caldo”, ha relativizzato l’ex giocatore Bayern Monaco, adorato dai tifosi e gli sembra già a Firenze. La città, i tifosi. Quando vedi uno stadio del genere, mi piace. Sono felice, ecco perché sono venuto. È ancora troppo presto nella stagione per giudicare la buona scelta di Kaiser Franck ma la scommessa sta facendo un buon turno.

Ribery? Meglio di Ronaldo

In questo shock di Serie A, è stato semplicemente il migliore in campo. Palla provocatoria al piede, abilmente tecnicamente, è stato in grado di distribuire alcune palle da goal come questo centro per Dalbert (42°). Avrebbe anche potuto approfittare di questo disaccordo tra De Ligt e Szczesny (17°) all’inizio del gioco per segnare. Già in questa squadra, ha mostrato l’esempio sul campo, prendendo il gioco sul suo conto. Il vice campione del mondo 2006 non ha esitato a dare la voce anche e ad offrire tutto ciò che poteva all’immagine di questo ritorno dopo una gara di 30 metri ai piedi di Ronaldo.

La Gazzetta dello Sport gli ha assegnato il punteggio di 7 (su 10) come il migliore della partita (con il suo compagno di squadra Castrovilli). Fa male fino alla fine: ha dato tutto. Prezioso anche nel suo ruolo difensivo e ha dato verticalità, afferma il documento su pagine rosa. Vincenzo Montella si strofina già le mani per avere un tale giocatore nella sua squadra. Anche stanco, non ha accettato di perdere un passaggio e mettere la squadra nei guai. Quindi ha fatto quest’ultimo sprint. Questo è l’orgoglio del campione, quello che tutti noi dobbiamo seguire. Anche il presidente della Fiorentina Rocco Commisso è soddisfatto della sua mossa. Con i francesi, tiene la sua stella. “Hai visto Ribery? Era meglio di Ronaldo.”