L’AC Milan presto sarà acquistato da Bernard Arnault, proprietario del gruppo LVMH e quindi Louis Vuitton? Questo è ciò che sarebbe emerso per la fine della stagione 2020.

Il mondo del calcio è popolato da imprenditori. Superati sono i tempi in cui gli uomini acquistano squadre di calcio per renderle ballerine. Oggi, la palla rotonda sembra essere diventata un mondo di imprenditoria a sé stante e gli acquisti di club sono sempre più numerosi. Ce ne sono già alcuni in Francia da dieci anni (Lille, PSG, OM, Monaco, Bordeaux e Nizza per esempio). E ovviamente, anche all’estero, questo non manca.

Acquisito qualche tempo fa, l’AC Milan è diventato di proprietà del fondo di investimento americano Eliott. Solo che potrebbe non durare a lungo se crediamo alle informazioni de Il Messaggero in La Botte. Infatti, dopo le offerte respinte (una del valore di 600 milioni di euro e un’altra di 750 milioni di euro di Daniel Kretinsky, il proprietario di Slavia Praga), è possibile che il fondo statunitense abbia trovato una scarpa al suo piede.

LVMH nega ancora

Secondo il quotidiano, Bernard Arnault, proprietario del gruppo LVMH e quindi Louis Vuitton, vorrebbe molto acquistare la squadra lombarda. Per questo, sarebbe pronto a fare un’offerta di poco più di 1 miliardo di euro, che ovviamente lo renderà il club (acquistato) il più costoso del mondo. In passato, a luglio più precisamente, la fortuna del terzo mondo (dietro a Bill Gates e Jeff Bezos) aveva già negato il fatto che voleva acquisire il Milan.

Lo ha fatto di nuovo attraverso una dichiarazione: “il gruppo LVMH nega fermamente e ufficialmente l’ipotesi riportata oggi da Il Messaggero secondo cui LVMH ha presentato al fondo Elliott un’offerta per acquistare la squadra di calcio di AC Milan”. Ma, nel calcio, i rifiuti valgono quello che valgono, vale a dire non molto e le voci più insistenti indicano che il potere potrebbe cambiare di mano alla fine della stagione 2020.