È una vera bomba che ha scatenato il campione d’Italia questo venerdì a mezzogiorno. Mentre ha annunciato il suo desiderio di continuare l’avventura con la Vecchia Signora, il tecnico italiano finalmente restituisce il suo grembiule. La Juventus di Torino ha ufficializzato la notizia tramite una dichiarazione ufficiale.

La voce si era gonfiata per diverse settimane. Nonostante un titolo iridato dell’Italia si sia spigolato, Massimiliano Allegri non è sicuro di continuare l’avventura sulla panchina della Juventus. Sotto contratto fino al giugno 2020 con la Vecchia Signora, il protagonista principale aveva ripetutamente rivendicato il suo desiderio di rimanere a Torino. Quest’ultimo stava già programmando la prossima stagione e non vedeva l’ora di incontrare il presidente Andrea Agnelli.

Sfortunatamente, questa intervista ha davvero suonato la campana a morto delle sue speranze. Questo venerdì pomeriggio, il campione italiano ha ufficializzato la partenza del suo allenatore tramite una breve dichiarazione. Massimiliano Allegri non sarà nella panchina della Juventus di Torino nella stagione 2018/2020. Il coach e il presidente Andrea Agnelli incontreranno i media domani in una conferenza stampa. L’allenatore transalpino paga l’eliminazione a Torino nella Champions League contro l’Ajax di Amsterdam?

Fuori Massimiliano Allegri, Antonio Conte?

Rimane una probabilità perché in Serie A l’egemonia della Juventus non risente di alcuna disputa e questo per diversi anni. Arrivato in panchina nel 2014/2015, Massimiliano Allegri ha vinto cinque campionati in Italia, quattro coppe italiane, due Supercoppe italiane e ha fallito due volte nella finale di Champions League (2015, 2017) . Due insuccessi che sicuramente hanno pesato in bilico al momento di decidere il futuro del nativo di Livorno.

L’improvvisa partenza della parte interessata potrebbe beneficiare dell’ex gloria del club, un certo Antonio Conte libero dal suo sfratto in atto contro il Chelsea. Diverse partenze dovrebbero verificarsi anche nella squadra del campione d’Italia. Così, il caso Paulo Dybala cristallizzerà l’attenzione durante la prossima finestra di trasferimento estiva. Il centrocampista argentino che voleva volare in altri cieli, ha potuto quindi rivedere la sua posizione. Diciamo che le prossime ore sono calde a Torino!