L’anno scorso, la Lazio ha faticato ma è riuscita a mantenere Sergej Milinković-Savić. Ma quest’anno sarà diverso e Claudio Lotito, il presidente della Lazio, lo sa molto bene.

Questa estate, la Lazio potrebbe avere difficoltà a mantenere il suo nazionale serbo Sergej Milinković-Savić. La scorsa estate, il calciomercato è stato molto teso, ma il presidente Claudio Lotito ha resistito contro le tempeste lanciate dai grandi club europei come la Juventus, Paris Saint-Germain o Manchester United. Questo mercato estivo potrebbe prendere un’altra svolta.

Infatti, il serbo è ancora seguito dal Manchester United e soprattutto da Paris Saint-Germain di Leonardo, che potrebbe rapidamente intervenire per reclutarlo. Il grande capo laziale è anche consapevole. “Con o senza Milinkovic, nascerà una squadra solida. Possiamo diventare il Leicester italiano. Sono orgoglioso dei miei 15 anni di presidenza. Mi sento un artigiano. Vorrei lasciare il club a mio figlio”, ha spiegato Lotito in un’intervista al Corriere dello Sport.

“La Lazio non si indebolirà mai, ma si rafforza sempre, non c’è dubbio, possiamo dirlo con certezza. Nella vita, ognuno è utile e nessuno è indispensabile. Questa estate, potrei avere meno argomenti e armi per rifiutare le offerte rispetto all’estate scorsa. Sai cosa penso. I giocatori e gli allenatori passano, il presidente rimane. Il presidente dà stabilità a un club”, ha continuato quando ha chiesto dettagli su Milinkovic-Savic. Quindi una specie di porta semiaperta per la nazionale serba, che probabilmente dovrebbe scoprire un nuovo campionato l’anno prossimo.