Protagonista indiscusso dell’Inter, Matteo Politano è stato ripagato questa settimana dall’essere di nuovo trattenuto da Roberto Mancini per giocare con la Nazionale Italiana. Contro gli Stati Uniti martedì sera, l’ala destra ha dato la vittoria alla Nazionale segnando il suo primo gol in selezione, il tutto in soli quattro minuti.

AS Roma, Perugia, Pescara, Sassuolo e ora l’Inter. Da diversi anni, Matteo Politano ha viaggiato molto in Italia. E dopo una buona stagione 2017-2018 con il Sassuolo, durante il quale ha giocato 39 partite in tutte le competizioni per 11 gol e 5 assist, il nativo di Roma ha messo le valigie a Milano, è prestato fino alla fine del la stagione E i leader nerazzurri non lo hanno reclutato per niente. Dall’inizio di questa stagione, Politano ha giocato ogni partita, sia in Serie A che in Champions League (12 partite nelle 16 partite), prendendo il posto di Antonio Candreva sulla fascia, a destra.

Dopo la partita della Coppa dei Campioni Internazionale contro l’Olympique Lyonnais ai primi di agosto (1-0 per i nerazzurri), Luciano Spalletti aveva già elogiato il suo nuovo giocatore: “in questa posizione (a fianco, ndr), come per Lautaro (Martinez), è quello che ci è mancato l’anno scorso.” Questi lampeggiano uno contro uno, il suo modo di guidare la palla, essere in grado di cambiare direzione in qualsiasi momento sono le sue caratteristiche. Essendo piccolo, ha una guida veloce. Questa è una qualità extra che abbiamo, diversa dalla scorsa stagione. Le sue prime esibizioni hanno quindi reso tutti d’accordo con il club, quindi le sue molte apparizioni in questa stagione, e un nuovo invito alla selezione!

Una prima realizzazione in soli quattro minuti

Già chiamato da Roberto Mancini prima della Coppa del Mondo 2018, dove l’Italia non era presente, per fare il suo esordio con il Nazionale (76 minuti di gioco contro l’Arabia Saudita, ndr), Matteo Politano è stato premiato per il suo un buon inizio di stagione da quando è stato richiamato alla pausa internazionale di novembre. In panchina contro il Portogallo (0-0), il venticinquenne ha concesso quattro minuti di gioco martedì sera contro gli Stati Uniti, abbastanza da trovare la rete e dare la vittoria alla sua squadra (1- 0). Dopo aver sostituito Kevin Lasagna (97), l’ala dell’Inter è stata infatti servita negli Stati Uniti da Roberto Gagliardini per ingannare la vigilanza di Horvath (90 +4). Una voce più che decisiva quindi il cui principale interesse dopo l’incontro.

“E ‘stata una serata indimenticabile. Sono molto contento di questo obiettivo ma anche della vittoria. Era importante vincere anche se si trattava solo di una partita amichevole. Abbiamo giocato bene e questo obiettivo è arrivato, siamo felici. Cerco di prepararmi, ho sempre dato il meglio di me a Sassuolo e ora all’Inter. Anche oggi (martedì), abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo, non ci siamo mai arresi e abbiamo dato il meglio fino alla fine”, ha dichiarato Matteo Politano in un discorso trasmesso da Rai Sport. Dopo aver lasciato una buona impronta per l’ultima apparizione della stagione del Nazionale, l’ala dell’Inter ora ha molti mesi davanti a sé per continuare il suo slancio e alla fine tornare alla selezione a marzo.