Per questa prima partita della stagione, i campioni d’Italia vincono con un piccolo margine (1-0) a Parma grazie a Chiellini. Brillante nel primo tempo, la Vecchia Signora ha avuto più difficoltà nella seconda metà.

Per il ritorno della Serie A, la Juventus si stava trasferendo allo stadio Ennio Tardini per affrontare il Parma. E per questo primo della stagione, Maurizio Sarri ha prenotato alcune sorprese nei suoi undici anni. Così, Matthijs de Ligt e Adrien Rabiot hanno iniziato la partita in panchina proprio come Paulo Dybala. L’ex allenatore del Chelsea ha mantenuto la sua fiducia in Gonzalo Higuain e Cristiano Ronaldo in attacco. Entrambi gli uomini furono accompagnati da Douglas Costa. Anche Blaise Matuidi ha iniziato l’incontro nel mezzo. Dalla parte del Parma, Roberto D’Aversa poteva contare sull’attacco di Gervinho e lasciato in panchina Yann Karamoh e Cornelius.

Fin dai primi minuti, la Vecchia Signora ha messo il piede sulla palla. Douglas Costa stava ottenendo la prima opportunità della partita, ma il suo tentativo non ha trovato il telaio (3°). Gli uomini di Sarri furono nuovamente pericolosi pochi minuti dopo con Khedira che distillò un eccellente centro per Ronaldo la cui testa andò oltre (12°). Un’opportunità che ha svegliato i giocatori di parmigiano. Gervinho ha inviato un eccellente centro ai sei metri per Inglese il cui tentativo è stato respinto da Szczesny (14°). Due minuti dopo, Hernani all’ingresso della superficie ha sparato un bel tiro ben catturato dal portiere del Torino (sedicesimo). Il campione italiano si è affrettato a prendere il controllo delle operazioni.

La Juventus fece un balzo indietro dallo spogliatoio

In un angolo inscatolato da Sepe, la palla torna ad Alex Sandro il cui tiro viene deviato vittoriosamente da Chiellini (0-1, 21°). Gli uomini di Roberto D’Aversa non hanno rinunciato alle armi e l’inglese ben lanciato da Brugman ha visto il suo tiro deviato in angolo (26°). L’anziana signora ha gestito bene gli eventi e non è riuscito a raddoppiare la scommessa poco prima della mezz’ora, Higuain ha avvertito Ronaldo in area, ma il tiro al volo dell’attaccante portoghese è andato a destra (29°). Cinque minuti dopo, CR7 ha pensato di segnare il secondo gol con grande ispirazione da Douglas Costa, ma il VAR ha deciso stranamente di annullare (34°). Durante la pausa la Juventus ha portato logicamente al punteggio, e il Parma ha potuto ringraziare l’assistenza video per non avere due gol dietro.

Dopo la pausa, l’Old Lady è stata mossa dal suo avversario che ha avuto un impatto molto maggiore nei duelli. Bisognava aspettare l’ora del gioco per intravedere un’opportunità torinese. A destra, Douglas Costa stava servendo su un set di Ronaldo ma il portoghese ha tirato troppo il suo tiro (60°). Tre minuti dopo, Adrien Rabiot ha fatto il suo grande debutto in Serie A con i suoi nuovi colori. Poco successo, Cristiano Ronaldo stava cercando di forzare la decisione dando un duro colpo ben controllato da Sepe (65). Sette minuti dopo, la famosa stella portoghese pitanica si infiltrò in superficie e perse il duello contro Sepe (72°). Gli uomini di Maurizio Sarri hanno sofferto nell’ultimo quarto d’ora e non potevano più avvicinarsi agli obiettivi di Sepe. Su punizione, Hernani ha dato a Szczesny i sudori freddi, la palla è arrivata a morire proprio accanto alla sua giusta quantità (90 + 2). Con il minimo margine, la Juventus è uscita dal gioco e ha iniziato bene la sua stagione.