L’Inter ha schiacciato il Lecce 4-0 per la prima partita di campionato della stagione. Più che un esordio di successo per Antonio Conte in panchina nell’Inter.

L’Inter ha concluso il primo giorno di Serie A con una partita contro il Lecce. Un incontro che ha segnato l’inizio dell’era di Antonio Conte nel club lombardo, che molti osservatori vedono come un candidato serio in grado di mettere la Juventus nei guai per il titolo. Anche il tattico transalpino puntava sul 3-5-2, con il duetto Romelu Lukaku-Lautaro Martinez davanti. Diego Godin, infortunato, non era sul referto, mentre il centrocampo era composto dal trio Vecino-Brozovic-Sensi. Gli Intersperson alla fine hanno superato abbastanza facilmente il loro rivale di notte (4-0), lanciando la loro stagione nel migliore dei modi.

Molto rapidamente, i milanesi afferrarono la pelle e esercitarono un dominio totale sulla parte. Il ritmo era piuttosto alto, ma Lecce era buona. Fino a quando Marcelo Brozovic non si offre un goal di alta classe. Il croato ha messo la sua squadra davanti al punteggio di un missile nel lucernario (1-0, 21°). Va anche notato che ha offerto una grande prestazione a centrocampo della squadra allenata da Antonio Conte. Stefano Sensi farebbe anche rapidamente la pausa (2-0, 24°).

Romelu Lukaku già nel suo organico

Il centrocampista italiano, anche in una grande serata, ha slalom in difesa e incatenato su un tiro ben piazzato dal basso, inarrestabile per Gabriel! Da allora, abbiamo visto una squadra dell’Inter che ha piuttosto cercato di gestire il suo incontro nel mitico recinto italiano. Al ritorno dello spogliatoio, Lecce iniziò persino a uscire dall’acqua, avvicinandosi sempre più alla superficie, con un buon Filippo Falco in particolare. Ma è lì che Romelu Lukaku, la stella del debutto della finestra di trasferimento dell’Inter, avrebbe colpito.

Il belga ha definitivamente chiuso il gioco, inviando in rete una palla liberata dal portiere dopo un tiro di Martinez (3-0, 60°). L’ormai ex giocatore di Red Devils ha avuto un ottimo inizio, soprattutto nel gioco pivot. L’espulsione di Farias (76°), pochi minuti dopo l’entrata in gioco, avrebbe fatto più affari Black and Blue. Antonio Candreva si mescolava alla festa di un superbo missile che lui solo nella specialità (4-0, 84). Gol incredibili e lo spettacolo; i tifosi dell’Inter hanno festeggiato la premiere di questa versione dell’Inter Conte che promette cose meravigliose.