Il giovane laterale sinistro francese è arrivato la scorsa estate a Milano con la volontà di fare un passo nella sua carriera. In un’intervista rilasciata alla stampa italiana, l’ex giocatore del Real Madrid ha parlato del suo adattamento a Milano e si assicura di non meritare la sua immagine sulfurea.

In Spagna, la carriera di Theo Hernandez (22 anni) fu tutt’altro che un lungo fiume calmo. Se prestato ad Alaves, il giovane di sinistra incarna questo giocatore promettente che può vantare una brillante carriera. Ma il suo trasferimento al Real Madrid dai Colchoneros nel 2017 ha cristallizzato i critici più acuti. Andare dal nemico ereditario era davvero insolito in Spagna … Un arrivo alle Merengues che causò danni collaterali al nativo di Marsiglia. Incapace di vincere, continuerà la scorsa stagione con un nuovo prestito questa volta a Real Sociedad. Questa è la fine della sua breve storia a Casa Blanca … Ansioso di rilanciare la sua carriera, Hernandez ha una buona visione dell’interesse del Milan nei suoi confronti. Le trattative tra tutte le parti si svolgono in modo sereno e Theo viene trasferito a Milano per 20 milioni di euro.

Alcuni mesi dopo, il protagonista principale è tornato al suo arrivo in Italia in un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Theo Hernandez, un talentuoso giocatore d’azzardo che è diventato un paria del Real Madrid, rinasce dalle sue ceneri a Milano, dove ha già giocato in cinque partite di Serie A (un goal segnato, un assist). Una liberazione di cui gode il fratello di Lucas, che ha accettato la sfida del Milan grazie a un direttore sportivo del club lombardo Paolo Maldini. È un onore. Paolo ha scritto la storia del calcio, non solo del Milano, e con me è stato molto convincente. Sono stato veloce ad accettare l’offerta. Ho parlato con il mio agente e ho immediatamente accettato di ridurre il mio salario a venire. Il Milan è un club con una grande storia, uno dei più riusciti al mondo. Valeva la pena fare una scelta del genere, spiega il difensore.

Theo Hernandez vuole giocare la prossima Champions League

Un club prestigioso con grandi ambizioni che si abbina perfettamente alle aspirazioni dell’ex Colchonero. Si tratta di chiudere i suoi detrattori e dimostrare che può esistere in un grande club. Ho ventidue anni, ho molto da imparare. Milano è un passaggio fondamentale nella mia carriera. Sono qui per rimanere per molti anni e scrivere la mia storia. Il mio sogno è vincere la Champions League con il Milan, ma il primo passo è qualificarmi per il prossimo, ha dichiarato Hernandez. Il giocatore milanese ritiene infatti che l’AC Milan versione 2019-2020 abbia abbastanza argomenti per strappare il quarto posto, saltare all’ambita, per trovare la coppa con grandi orecchie. C’è molto da fare nel calcio e non so quanto tempo ci vorrà per tornare in cima, ma la strada è buona. Abbiamo una buona squadra e penso che possiamo puntare al quarto posto in questa stagione. Per il momento, tutto non sta andando come previsto per i rossoneri, dal dodicesimo a sei punti del famoso quarto posto. La recente intronizzazione di Stefano Pioli può dare una nuova dinamica a Milano?

Theo Hernandez è relativamente ottimista sull’argomento. Pioli ci insegna molto, impariamo molto. Mi piace la sua filosofia di gioco, forse ci sentiamo più liberi. Non parla spagnolo e io non parlo ancora italiano, ma ci capiamo comunque. Mi piace molto progettare e attaccare, analizza Hernandez. Il terzino sinistro di Milano è felice della sua nuova vita in Italia e ha particolarmente apprezzato l’accoglienza estesa dai fan al suo arrivo. Agli antipodi del suo passaggio al Real Madrid, dove spesso suscitava insulti e beffe da parte del pubblico di Madrid. I fan sono fantastici, l’ambiente di San Siro è molto bello. I sostenitori mi hanno accolto con simpatia dal mio arrivo e mi sono subito sentito a casa. A Madrid, ho preso così tanti insulti e critiche. Ho fatto delle sciocchezze, ma sono maturato e mi considero un ragazzo tranquillo che trascorre molto tempo a casa con i suoi cani o a guardare il tennis in televisione, afferma il numero 19 della CA Milano. Ora placato, Theo Hernandez spera di raggiungere la vetta con il suo nuovo club e competere in Champions League la prossima stagione.