Per diverse settimane, la soap opera Mauro Icardi fa parlare molto. A seguito di un problema circa il suo prolungamento del contratto, all’argentino è stata rimossa la fascia da capitano prima di essere rimosso dal gruppo di Milano. Infine, il principale interessato ha deciso di parlare giovedì.

L’asciugamano brucia ancora tra l’Inter e Mauro Icardi. Dopo 28 presenze in tutte le competizioni con la squadra rossonera in questa stagione, l’attaccante argentino è stato infatti messo da parte. Mentre il suo contratto termina nel mese di giugno 2021, la questione principale e la moglie e agente, Wanda Nara, chiedendo una proroga, con uno stipendio annuo di €9 milioni, che non necessariamente hanno soddisfatto la sua direzione. In primo luogo, i nerazzurri hanno prima punito Icardi rimuovendo la fascia da capitano due settimane fa. Da allora, il ventiseienne non ha giocato un solo minuto, compreso un problema al ginocchio.

Al centro di una situazione difficile, la moglie del giocatore ha poi parlato e scoppiò in lacrime. E mentre TMW ha annunciato che Napoli e Juventus potrebbero saltare la possibilità di reclutarlo, Mauro Icardi è finalmente dal silenzio. Attraverso un post su Instagram, l’ex capitano dell’Inter ha svuotato la sua borsa. L’argentino è stato proclamato il suo amore per la formazione di Milano, ricordando i suoi anni come tunica intériste e il suo rifiuto di lasciare, “nonostante tutto, ho ancora deciso di rimanere. Per amore per questi colori. Ho respinto molte offerte che un giocatore professionista difficilmente avrebbe potuto rifiutare, specialmente in queste condizioni.”

“Non dobbiamo mai mancare di rispetto”

E dopo aver dettagliato la sua esperienza con la maglia dell’Inter, Mauro Icardi ha affrontato il problema attuale con il suo allenamento. “Tutti i sacrifici sono stati fatti dall’amore per questi colori e nel rispetto di ciascuno. Non so se in questo momento c’è amore e rispetto per l’Inter e me da parte di alcuni di coloro che prendono le decisioni. Non so se da parte di alcuni, il desiderio di agire e risolvere le cose solo ed esclusivamente con l’amore per l’Inter”, ha scritto il centravanti sul social network.

Mauro Icardi ha quindi concluso il suo lungo messaggio parlando di rispetto: In una famiglia possono accadere molte cose, buone e cattive. E per amore, possiamo sopportare molto, tutto. Ma non dobbiamo mai mancare di rispetto. Questi sono i miei valori, questi sono i valori per i quali ho sempre lottato. Durante la mia carriera All’Inter. Per l’Inter. MI9. Il messaggio è sparito.

Il messaggio completo di Mauro Icardi:

È nei momenti più difficili che viene mostrato il vero amore. È stato in un momento come questo che ho deciso di rimanere all’Inter, per l’Inter. Quando ho sentito che i miei obiettivi potevano aiutare l’Inter a essere più forte di così tante cose. Più forte dei problemi di fair play finanziario. Più forte delle nostre difficoltà, quando molti giudicavano l’Inter come una squadra che non valeva molto. All’Inter. Con l’Inter. E nonostante tutto, ho sempre deciso di restare. Per amore per questi colori. Ho respinto molte offerte che un giocatore professionista difficilmente avrebbe potuto rifiutare, specialmente in queste condizioni. Ho giocato con dolori fisici che mi hanno fatto piangere dopo le partite e nei giorni successivi. Ma ho sempre insistito a giocare anche contro il parere dei medici. Perché quando sono arrivato in campo sono riuscito a dimenticare il dolore, con l’unico obiettivo di dare tutto il possibile per aiutare l’Inter a difendere i suoi colori. All’Inter. Per l’Inter. Per il bene di questi colori. Perché c’è solo l’Inter. Ho mostrato ai miei figli che dovevamo mantenere la speranza. Ho insegnato loro che vincere non è facile, ma farlo all’Inter è unico, solo un Interperson può capire e provare. Gli occhi dei miei figli non mentono. Questo amore per l’Inter, l’hanno imparato a casa. Ho realizzato il mio sogno, ho realizzato il sogno di tutti i nostri sostenitori trovando la Champions League, con la squadra di cui ero il capitano. Perché ho sempre sentito e trasmesso amore per questi colori. Ho sempre disapprovato coloro che alla prima occasione hanno cercato di lasciare il club. Ho sempre rispettato i tifosi, i miei compagni di squadra, i miei leader e tutti gli allenatori che sono passati. Ho lavorato con il club, in campo e fuori, per aiutare a integrare ogni nuovo giocatore mostrandogli che è solo con la passione possiamo raggiungere i nostri obiettivi. So quello che amano l’Inter e Intéristes tifosi sanno perché hanno visto come ho sofferto, pianto, combattuto e esultato in quei colori. All’Inter. Per l’Inter. Ma come ho detto, tutti i sacrifici sono stati fatti dall’amore per questi colori e nel rispetto di tutti. Non so se in questo momento c’è amore e rispetto per l’Inter e me da parte di alcuni di coloro che prendono le decisioni. Non so se c’è un desiderio da parte di alcune persone di agire e risolvere le cose esclusivamente ed esclusivamente per amore per l’Inter. In una famiglia, possono succedere molte cose.